Villa Boscogrande

Torta di compleanno: storia di un’antica tradizione

Alcune tradizioni sono ormai così radicate nella nostra cultura e nell’immaginario collettivo che non ci si chiede neanche da dove provengano. Come la torta di compleanno: non esiste compleanno senza la torta.

Ma da dove origina questa usanza? Essenzialmente pagana, la tradizione della torta di compleanno proviene da due popoli, gli Egiziani e i Persiani. Per gli Egiziani la torta era un modo per onorare il giorno di nascita del Faraone e rendergli omaggio con un cibo prelibato.

I Persiani invece erano grandi appassionati per la pasticceria e usavano preparare i dolci per rendere omaggio al festeggiato. Preparavano una torta speciale per il re che offrivano anche alle divinità e ai nobili. La torta, senza candeline, era un simbolo di rispetto e di omaggio.

Questa tradizione fu poi ripresa dai Greci che unirono le due usanze in un singolo rito. La torta era preparata per rendere omaggio ad Artemide, dea della Luna: una torta di miele e farina, tonda come la luna, illuminata da una candela.

Grazie a questi antichi popoli, oggi conserviamo e portiamo avanti la tradizione della torta di compleanno, immancabile alla festa di compleanno di grandi e piccini. In particolare, dopo la metà del sedicesimo secolo, divenne obbligatorio registrare la data di nascita dei battezzati presso le chiese parrocchiali. Fu così che il compleanno iniziò a diffondersi e ad essere festeggiato.

Di infiniti gusti, colori e forme, la torta è ormai al centro dell’attenzione anche da parte di chef e cake designer che realizzano sempre capolavori diversi: dalla semplice pasticceria con ingredienti semplici ma gustosi, alle torte ricoperte di pasta di zucchero colorate e articolate anche nella forma.

La festa di compleanno resta un momento unico, da festeggiare in famiglia e amici, con le persone più care, e la torta è un’occasione per omaggiare chi compie gli anni, che siano due o ottanta!

0