Villa Boscogrande

Nozze di diamante: storia e significato dell’anniversario

Sessant’anni insieme vanno festeggiati, un traguardo importante che testimonia una vita di coppia consolidata e incrollabile.

Da qui deriva l’anniversario delle Nozze di diamante, che prende il nome da una pietra preziosa solida e luminosa, simbolo di un amore “adamantino”.
Il diamante incarna alla perfezione quei principi di fermezza e solidità alla base di un rapporto che dura da sessant’anni. Le nozze di diamante sono quindi una ricorrenza da festeggiare tra parenti e vecchi amici che hanno fatto parte di questo lungo percorso di vita.

Come nasce questa tradizione? La storia delle nozze di diamante risale al trono del Regno Unito della regina Vittoria dal 1837 al 1901. Dopo la morte del consorte, la regina si era ritirata dalla vita pubblica suscitando il malcontento della popolazione. Per questo si decise di anticipare il Giubileo di Diamante, evento che nasceva per festeggiare il settantacinquesimo anniversario del reale e non con il sessantesimo.
Nel corso della storia si ricordano altre occasioni in cui i sessant’anni furono festeggiati come un traguardo importante da onorare.

Nel 2012 Elisabetta II decise di celebrare il sessantesimo anniversario della sua salita al trono per festeggiare la sua dedizione nei confronti del popolo e per simboleggiare con questa ricorrenza l’importanza dello stare insieme e della forza della famiglia.
Ancor prima, nel 2007, la stessa regina e il duca di Edimburgo, avevano festeggiato le nozze di diamante con una funzione all’Abbazia di Westminster.
Le nozze di diamante rappresentano così una ricorrenza che merita di essere festeggiata come il matrimonio, un evento avuto luogo ben sessant’anni prima. Non dovrebbero mancare bomboniere, fiori, confetti, e anche in questo caso il colore predominante rimane il bianco, come simbolo della purezza splendente del diamante.

0